PAESTUM: I FUNK RIMINI al DUM DUM REPUBLIC con un live esplosivo

Vacanze Cilento

PAESTUM: I FUNK RIMINI al DUM DUM REPUBLIC con un live esplosivo

Un live esplosivo, sonorità allineate alle correnti Brainfeeder, che prendono forma attraverso synth d’annata, batterie elettroniche, basso, chitarra e una vocalità avvolgente. Uno spettacolo magico che travolgerà l’arena sul mare del Dum Dum Republic domenica 15 aprile a partire dalle ore 16. Protagonisti on stage i Funk Rimini, a ritmo di electronic funk, nu soul (che fonde R&B contemporaneo, soul degli anni settanta), pop rap e disco

Funk Rimini nasce come collettivo organizzando party e jam session in Riviera adriatica. Nel 2015 il sacro fuoco del funk li trasforma in una band, poliedrico riassunto di tutte le singole esperienze. La formazione è composta da Ricky Cardelli, Franz Crimson, Frank Kambology, Oder Notturni e Le Ciuck.

 

Il loro omonino EP d’esordio è uscito nel 2016 per Fresh Yo!: una “suite” in crescendo, in cui i brani sfumano l’uno nell’altro in un mare di voci, echi a nastro, drum machines, rhodes e flauto traverso, tutto suonato, cantato e mantenuto il più possibile live.  Nel 2017 con Dj Rame (Pastaboys) danno vita al progetto “Capofortuna”, più orientanto verso il dancefloor. A Marzo 2018 esce l’album che contiene i remix dell’EP, con la partecipazione di molti producers italiani come Godblesscomputers, DJ Rocca, Telespazio, Neve, Fricat, Funk Shui Project, Bruno Belissimo e molti altri. Nello stesso periodo esce in esclusiva per il podcast di Soul Clap “Bounce Da Jam Vol. II”, un disco tributo alla break-dance anni ‘80. “FLOWSANE” l’album di Funkrimini è in uscita per la primavera del 2018 su FreshYo! Label.

 

Grande attesa invece per Brusco con la Roots in the Sky Band, che farà tappa con il suo sound al Dum Dum Republic il prossimo 25 aprile. Conosciuto come Papa G e membro di Villa Ada Posse, storica posse del reggae italiano, successivamente è diventato famoso per la sua carriera solista. Ai primi brani e collaborazioni con diversi artisti del panorama reggae ed hip hop italiano, seguono singoli che mantengono il contatto con il suo mondo artistico fatto di centri sociali e piazze e con la musica giamaicana.

E così, collaborando con alcuni punti di riferimento internazionali, come One Love hi powa, Pow Pow movement e MacroBeats, Brusco ha dato vita nel 2006 ad “Amore vero”, cd che l’ha reso uno dei cantanti più amati dalle nuove generazioni grazie a hit underground come “L’erba della Giovinezza”, “Sangue”, “Roma turn Rasta” e “Rap Condicio”. Ha realizzato alcuni 45 giri destinati agli amanti del reggae e collaborato con Roy Paci, Sud Sound System, Boomdabash, Lady Flavia. Nel suo ultimo album, “Guacamole”, il reggae dancehall la fa da padrone e le sonorità, i generi e i temi spaziano prendendo forma in diverse sfumature.

In un panorama musicale che punta sempre più sull’immagine, Brusco e la Roots in the Sky Band si affidano voce, basso, batteria, chitarra e tastiere “per continuare a fare ciò che hanno sempre fatto… semplicemente musica”.

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google+ Condividi su Pinterest

PRENOTA LA TUA VACANZA!

Booking.com

PRENOTA BUS

Banner_FlixBus da 5€_300x600_it
NOTIZIE E COMUNICATI CILENTO

Diabete, domenica 19 febbraio a Castellabate seconda tappa del tour della prevenzione

“Il Diabete. Meglio se lo conosci”, domenica 19 febbraio a Castellabate seconda tappa del tour della prevenzione  Dopo il grande riscontro ottenuto nella tappa di Capaccio, con oltre 150 cittadini che si sono sottoposti ai test glicemici gratuiti, ritorna il… Leggi tutto

Inserito il 15/02/2017
 

La figura Femminile nell’Antica Paestum

In occasione della Giornata Internazionale della Guida Turistica, sabato 18 e domenica 19 febbraio alle ore 10.00, nel museo di Paestum, visite guidate gratuite dal titolo “La figura Femminile nell’Antica Paestum”. L’iniziativa inclusa nel biglietto di ingresso al museo e… Leggi tutto

Inserito il 13/02/2017
 

Paestum festeggia l’amore

Martedì 14 febbraio i visitatori troveranno un percorso dedicato e una dolce sorpresa. Molte sono le opere esposte nel museo, ma solo alcune saranno segnalate lasciando al visitatore la libertà di cercarne altre e fotografarle, una su tutte “gli amanti”… Leggi tutto

Inserito il 12/02/2017
 

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Info

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi