Vacanze Cilento

IL CILENTO

Il Cilento, terra di storia, mito, arte e cultura. Con i suoi scenari incontaminati, il suo mare cristallino e soleggiato, i piccoli borghi medievali arroccati sulle colline, i suoi boschi profumati di erbe e le sue montagne. E’ caratterizzato da un paesaggio assai vario tale da renderlo bello e affascinate al turista che lo visita per la prima volta. Conosciutissime sono le sue spiagge di sabbia vellutata e le sue coste contrassegnate da anfratti e baie sabbiose alternate a promontori dominati da antiche torri di guardia: Agropoli, S. Maria di Castellabate, San Marco, Acciaroli, Palinuro, Marina di Camerota, tutte mete importanti del turismo balneare nazionale ed estero e vere meraviglie della penisola italiana. Un susseguirsi continuo di piccole insenature e di arenili rendono meravigliosa tutta la costiera cilentana, da Paestum fino a Sapri.

L’entroterra è altrettanto bello con le sue montagne e le sue valli dove la natura si conserva intatta e selvaggia. E’ un alternarsi di splendidi e variegati paesaggi ricchi di storia e tradizioni e di sterminati pianori calcarei. Nella parte orientale i rilievi che raggiungono le altitudini più elevate sono il Monte Cervati (1898 mt), il Monte Motola (1700 mt), i Monti Alburni (1742 mt, le Dolomiti del Mezzogiorno per il colore chiarissimo delle pareti calcaree) ed il Monte Cocuzzo (1411 mt). Nella parte occidentale il Monte Sacro o Gelbison (1705 mt, sulla cui sommità sorge il Santuario di Maria SS. del Sacro Monte, meta di numerosissimi pellegrini).

Data la natura calcarea, numerosi sono i fenomeni di carsismo che nel corso dei secoli hanno creato e modellato gole profonde, sorgenti dalle acque limpide e fresche, inghiottitoi (il più spettacolare è la Grava di Vesalo sul Monte Cervati) e grotte. Famose quelle di Castelcivita (dette del Diavolo) lunghe circa 4,8 Km. e con una profondità massima di 52 mt. e quelle di Pertosa attraversate da un fiume sottorraneo (Tanagro o Negro) e accessibili tramite mini barche. Da citare anche la più piccola ma non meno affascinante grotta di San Michele (o dell’Angelo) a Sant’Angelo a Fasanella, ricca di storia e fascino religioso.

Duplice è la natura geologica delle rocce che costituiscono il Cilento: quella del “flysch del Cilento” con la sua massima diffusione in corrispondenza del bacino idrogeografico del Fiume Alento e dei principali monti del Cilento occidentale, quali il Monte Centaurino (1433 m), e quella delle “rocce calcaree” che costituiscono i complessi montuosi interni (Alburno-Cervati) e meridionali (Monte Bulgheria, Monte Cocuzzo) del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano. Flysch deriva dal dialetto svizzero e significa “terreno che scivola”; si tratta di rocce scivolose derivanti da antichissimi sedimenti accumulati sui fondali marini e poi emerse a causa delle spinte tettoniche.

Nel Cilento si trovano boschi di castagni, di lecci, alberi d’ulivo secolari (il più pregiato è quello pisciottano), faggeti (i più grandi sono quelli degli Alburni e del Cervati), boschi di quercia, di pino. Nel Parco ci sono circa 1800 specie di piante autoctone spontanee, alcune delle quali molto rare. La più nota di queste specie, e forse anche la più importante, è la Primula di Palinuro (Primula palinuri), simbolo del Parco, a diffusione estremamente localizzata. Sulle spiagge, inoltre, è ancora presente il sempre più raro Giglio marino.

Sopravvivono nel Cilento specie d’animali altrove scomparse: aquile reali, lupi, faine, cinghiali, volpi, tassi, scoiattoli, falchi pellegrini e lontre (il più raro predatore dei nostri fiumi). Nelle aree più prossime alle sorgenti, dove l’acqua è più fredda, vive la rara “Salamandra dagli occhiali” caratterizzata da una banda gialla e arancione tra gli occhi.
Portarosa.it – Vacanze e turismo nel Cilento

PRENOTA LA TUA VACANZA!

Booking.com

DETTI CILENTANI

Chi troppo vol’ nient’ acchiappa

METEO CILENTO

meteo

PRENOTA BUS

Banner_FlixBus da 5€_300x600_it

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Info

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi